venerdì 20 ottobre 2017

Confermata la scoperta di altre due stelle variabili nella costellazione dell’Aquila

Una bella “doppietta”, e sono 11 !
Confermata la scoperta di altre due stelle variabili nella costellazione dell’Aquila e precisamente:
1. La UCAC4 511-109187 classificata come EW Ursae Majoris di magnitudine 14,51V (clear 0.38). Ecco il link della scoperta:https://www.aavso.org/vsx/index.php…
2. La UCAC4 511-109598 classificata come EA Ursae Majoris di magnitudine 15,7 (clear 0.75). Ecco il link della scoperta:https://www.aavso.org/vsx/index.php…
Anche in questo caso le scoperte sono frutto di un lavoro di squadra tutto campano.
Il team e’ composto da: Antonio Marino, Andrea Tomacelli, Antonio Porcelli e Giampaolo Ausanio dell’Unione Astrofili Napoletani; Pasquale Ago e Lattanino Cupolino dell’Associazione Astrofili Aurunca; Dario Castellano del Gruppo Astrofili Beneventani ed infine Nello Ruocco dell’Associazione Astrocampania nonché titolare dell’Osservatorio Astronomico Nastro Verde di Sorrento.
Con queste due scoperte il team campano giunge a quota 11, ma tanto deve ancora avvenire !
Queste ultime 2 scoperte hanno un significato particolare per l’UAN, in quanto i dati fotometrici sono stati rilevati anche dal telescopio Calacevich dopo l’inaugurazione del 15 settembre.

Scoperta un’altra Stella Variabile nella Costellazione dell’Aquila

Un’altra scoperta (la nona) 
Si tratta di una stella variabile di tipo EA nella costellazione dell’Aquila. La stella si chiama UCAC4 511-109216 ed ha una magnitudine +15.7V (clear 0.35).
La scoperta è ancora frutto della collaborazione tra Unione Astrofili NapoletaniAssociazione Astrofili Aurunca e Osservatorio Nastro Verde di Sorrento.
Gli scopritori sono: Antonio Marino, Andrea Tomacelli, Antonio Porcelli, Pasquale Ago, Lattanino Cupolino, Dario Castellano e Nello Ruocco.
Ecco il link della catalogazione VSX (AAVSO):

giovedì 31 agosto 2017

Ottava stella variabile scoperta!

Ancora un’altra scoperta, e sono 8 !

Confermata la scoperta di un’altra stella variabile nella costellazione del Cigno e precisamente:

La  Variable   UCAC4 635-080002   classificata come EW Ursae Majoris di magnitudine 15,16 (clear 0.36). Ecco il link della scoperta: https://www.aavso.org/vsx/index.php?view=detail.top&oid=513044

sabato 19 agosto 2017

Settima scoperta!

Continuano le scoperte nella costellazione del Cigno e precisamente la stella denominata UCAC4 596-086558 classificata come EW Ursae Majoris di magnitudine 17.1V (clear 0.29). Ecco il link della scoperta: https://www.aavso.org/vsx/index.php…

Anche in questo caso la scoperta e' frutto di un lavoro di squadra.

Con questa scoperta il CSH giunge a quota 7.




                                   Nessun testo alternativo automatico disponibile.

mercoledì 9 agosto 2017

Una bella “doppietta”, e sono 6 !

Confermata la scoperta di altre due stelle variabili nella costellazione del Cigno e precisamente:
1. La 2 Mass J20143132+5239570 classificata come EW Ursae Majoris di magnitudine 17.1V (clear 0.29).
Ecco il link della scoperta: 
https://www.aavso.org/vsx/index.php…
2. La 2 Mass J20152176+5241138 classificata come EW Ursae Majoris di magnitudine 17.50V (clear 0.50).
Ecco il link della scoperta: 
https://www.aavso.org/vsx/index.php…

Anche in questo caso le scoperte sono frutto di un lavoro di squadra.

La scelta del campo stellare da “scandagliare” e' stata operata dagli astrofili Antonio Marino ed Andrea Tomacelli della sezione Esopianeti e Stelle Variabili dell’Unione Astrofili Napoletani, l’acquisizione delle immagini e la relativa pre-elaborazione e' stata eseguita dall’Osservatorio Astronomico Aurunco “M.Hack” di Sessa Aurunca dagli astrofili Pasquale Ago, Dario Castellano e Lattanino Cupolino dell’Associazione Astrofili Aurunca. Infine, la caratterizzazione (ovvero l’individuazione della stella), l’elaborazione della curva di luce e la catalogazione nel prestigioso catalogo VSX gestito dall’AAVSO (American Association of Variable Star Observers), organismo internazionale a ciò deputato, sono stati eseguiti dall’astrofilo Nello Ruocco dell'Associazione AstroCampania nonché titolare dell’Osservatorio Astronomico Nastro Verde di Sorrento.



Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.